Docente Relatore: Dott. Prof. Vincenzo Pagliara – Università Nuova Scuola Medica Salernitana

Si tiene a maggio al Lloyd’s Baia Hotel il Congresso organizzato dall’Università Popolare della Nuova Scuola Medica Salernitana (UNIPOSMS) “XIX Giornate Pediatriche Salernitane”. Presidenti del Corso i Pediatri Prof. Pio Vicinanza e Prof. Carlo Montinaro.

Tra i vari specialisti, è Docente il Prof. Vincenzo Pagliara, Relatore con “Le congiuntiviti allergiche: diagnosi e terapia“.

In questo articolo, una sintesi chiara e semplice sulle ultime novità nel campo delle congiuntiviti allergiche, molto frequenti in primavera.

Le congiuntiviti allergiche sono in continuo aumento, favorite dalla familiarità e dall’inquinamento atmosferico. Non solo nell’infanzia, ma a tutte le età si possono avvertire i sintomi caratteristici.

E’ importante una diagnosi precoce ed una terapia immediata specifica, perché se si interviene tardi si rende necessario l’uso del cortisone, con tanti effetti collaterali, come cataratta, ipertono oculare e glaucoma.

Il sintomo prevalente è il prurito, associato ad edema palpebrale, iperemia congiuntivale, lacrimazione, fotofobia (fastidio alla luce). Tipiche sono le riacutizzazioni stagionali, più frequenti in primavera. Non sono infettive ma possono diventarlo se si complicano con sovrapposizioni batteriche o, più raramente, virali. Frequentemente si associano ad altre manifestazione allergiche, come rinite, dermatite, asma.

Sono determinate da numerosi agenti, tra cui i più frequenti sono proteine animali e vegetali, polvere di casa, cosmetici, pollini, parietaria, graminacee, per cui è tipica l’insorgenza dopo il contatto con l’allergene al quale si è sensibilizzati.

Nei portatori di lenti a contatto si può avere la congiuntivite giganto-papillare, con secrezione di muco, prurito accentuato dalle lenti a contatto fino all’intolleranza alle lentine. E’ fondamentale rivolgersi ad ottici contattologi, preferibilmente su consiglio del medico oculista, per la scelta di lentine biocompatibili, con materiali e liquidi di ultima generazione, da usare comunque con moderazione, per evitare problemi di allergia.

Le cheratocongiuntiviti Vernal sono delle forme più gravi, dove è presente un’ intensa e persistente fotofobia, resistente alla terapia, che può renderle invalidanti.

Per la diagnosi può essere utile analizzare il liquido lacrimale, dove si riscontra un aumento delle Ig E, tipiche delle manifestazioni allergiche, che sono aumentate anche nel sangue.

Nei pazienti affetti da congiuntivite allergica è più frequente il cheratocono, una degenerazione della cornea che determina un astigmatismo irregolare. Sembra sia dovuto all’eccessivo sfregamento degli occhi con le mani, provocato dal prurito. Fondamentale la scelta della correzione ottica migliore, dopo aver effettuato una topografia corneale, per ottenere delle lentine personalizzate.

La terapia si basa su colliri al cortisone nelle fase acute e su colliri antistaminici per la terapia di mantenimento. Oggi sono disponibili nuovi colliri, sempre più efficaci e con minori effetti collaterali, come gli antistaminici di nuova generazione ed i cortisonici di superficie. sgarbi al convegno

Anche un opportuno utilizzo di lenti specifiche può alleviarne i sintomi, specialmente nelle iridi chiare, filtrando i raggi ultravioletti e la luce eccessiva. Pertanto è fondamentale rivolgersi presso centri ottici selezionati, che potranno consigliare lenti da sole di qualità a norma CE, polarizzate, fotocromatiche, transitions o con il nuovo antiriflesso per attenuare gli effetti negativi della luce blu emessa dai led di TV, PC, smartphone, tablet, fari allo iodio, videogiochi, ecc.

In sintesi, con la prevenzione medica oculistica, con la terapia specifica con i nuovi colliri antistaminici e cortisonici, con lenti a contatto biocompatibili e con occhiali con lenti di qualità di nuova generazione, disponibili con certezza solo dall’ottico, è possibile alleviare i sintomi fastidiosi, come prurito e fotofobia, nonchè curare e ridurre la frequenza delle fasi di riacutizzazione delle congiuntiviti allergiche, purtroppo sempre più frequenti.

Visualizzazioni: 6 👁️

Dott. Prof. Vincenzo Pagliara  è Nato a Salerno il 5/4/58 ed è Medico Chirurgo – Specialista in Oculistica – OftalmologiaPediatrica – Chirurgia Laser – Estetica dello sguardo. Titolare di Studi Oculistici a Salerno e a Baronissi , iscritto all’Ordine dei Giornalisti al n.156013. Scrive articoli su:  Oculistica, Medicina, Musica, Cultura