ArteCulturaFilm

L’Uomo Che Rubò Banksy: il film evento al cinema per soli due giorni

By 4 Dicembre 2018 No Comments

Dopo il successo del Tribeca Film Festival e del Torino Film Festival, arriva nelle sale italiane L’Uomo Che Rubò Banksy. Solo l’11 e 12 dicembre il film evento narrato da Iggy Pop su uno dei più grandi esponenti della Street Art.

L’Uomo Che Rubò Banksy. È il 2007 quando Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati dai palestinesi. Firmano a modo loro case e muri di cinta, i palestinesi non gradiscono. Il murale del soldato israeliano che chiede i documenti all’asino li manda su tutte le furie. Passi per aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità, ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo.

A vendicare l’affronto ci pensano due persone. Il primo, un imprenditore locale, Maikel Canawati. Il secondo, Walid, palestrato taxista del posto. Con un flessibile ad acqua e l’aiuto della comunità, Walid decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

È da qui che prende il via L’Uomo Che Rubò Banksy di Marco Proserpio narrato da Iggy Pop. Il film arriverà al cinema solo l’11 e 12 dicembre, nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema.

Il film, presentato in anteprima al Torino Film Festival, racconta la storia dello sguardo palestinese sulla Street Art e sui messaggi che essa veicola. Inoltre, affronta anche il tema della nascita di un mercato parallelo di opere di Street Art prelevate dalla strada senza il consenso degli artisti.

 

L’Uomo Che Rubò Banksy | Trailer | Al Cinema

Il Murale che ha dato vita a L’Uomo che Rubò Banksy

Dopo sette anni da allora e la valutazione di quel muro di circa 100.000 dollari, l’opera dalla Scandinavia attende di volare oltreoceano. Il film affronta tematiche di attualità legate alla comparsa della speculazione nel mercato della Street Art, al diritto d’autore, al confronto tra culture diverse in un’ottica post-coloniale e al recupero di opere percepite come delle vere e proprie sfide tecnologiche anche da restauratori specializzati nello stacco di affreschi rinascimentali.

Guarda il Trailer

Iscriviti al canale YouTube e attiva le notifiche.

L’Uomo Che Rubò Banksy alterna riprese fatte in strada e interviste ad esperti (giornalisti, professori universitari, galleristi, avvocati).

L’Uomo Che Rubò Banksy di Marco Proserpio, con musica originale di Federico Dragogna, Victor Kwality e Matteo Pansana, è prodotto da Marco Proserpio in collaborazione con Rai Cinema e arriverà nelle sale cinematografiche distribuito da Nexo Digital. La colonna sonora è distribuita da C.A.M. Creazioni Artistiche Musicali S.r.l. una Società del gruppo Sugar.

A cura di Carlo Del Regno

Visualizzazioni: 1 👁️

Salernitano di origine, vivo a Firenze dal 2009. Sono Laureato Magistrale in Scienze della Comunicazione, presso l’Università di Firenze. Le mie tesi accademiche hanno riguardato il cinema e le serie tv. Nel 2018 ho conseguito un master in Social Media Marketing . Naturalmente sono un appassionato di Cinema, Serie TV e Serie Web. Un po’ nerd, un po’ critico. Quando posso mi dedico al filmaking (montaggio e post-produzione) rigorosamente tutto in stile naif. Ah, dimenticavo! Amo leggere e passeggiare all’aria aperta